Progetti

3 ottobre 2014 : Siglato contratto per  la realizzazione del progetto Rise2Up nel contesto del Padiglione per la società civile di  EXPO 2015.

logor2uDSC_4200

 

Rassegna stampa 

Slow Spot HD e social network per educazione-cultura-arte e buone prassi del mangiare sano Italiano 

Obiettivo

L’alimentazione è l’energia vitale del Pianeta necessaria per uno sviluppo sostenibile basato su un corretto e
costante nutrimento del corpo, sul rispetto delle pratiche fondamentali di vita di ogni essere umano, sulla salute.
Obiettivo del progetto Rise2Up è educare ad una corretta alimentazione per favorire nuovi stili di vita in particolare
per i bambini, gli adolescenti, i diversamente abili e gli anziani, valorizzando la conoscenza delle “tradizioni
alimentari” come elementi culturali. Il proposito principale del progetto Rise2Up è rendere visibili, narrare in modo
estensivo e diffusivo, le buone prassi delle aziende agroalimentari Italiane durante l’evento Expo2015, utilizzando le
nuove tecnologie del WEB2.0. Rise2Up si prefigge inoltre di valorizzare i prodotti agroalimentari aumentandone il
valore percepito. “Il valore percepito di un bene è infatti l’unico che conta, e che permette di aumentare il prezzo di
un prodotto di qualità” (Oscar Farinetti).
Uno degli scopi principali della nostra associazione Talent4Rise, è l’utilizzo estensivo delle nuove tecnologie per
migliorare la qualità della vita, abbiamo quindi pensato di realizzare degli Spot Multimediali durante l’evento
Expo2015 per diffondere, le buone prassi dello “slow food” italiano, che offre cibi di alta qualità dai sapori unici e
genuini. L’Italia infatti, grazie ai luoghi di produzione, al clima, alla posizione, alla storia e alla tradizione, può
vantare livelli qualitativi del food estremamente elevati, riconosciuti in tutto il mondo. Talent4Rise vuole
amplificare la relazione tra produttori e i consumatori, aumentare il livello partecipativo tra domanda e offerta,
renderlo più collaborativo, quindi WEB2.0 migliorando l’esigenza di empatia e di relazione.

 

Modalità operativa
Abbiamo pensato di rendere visibili su mega schermi interattivi, all’interno della manifestazione Expo2015, le
buone pratiche dei nostri produttori agroalimentari, nella forma di short-stories (della durata di qualche minuto) e
raccontate dai produttori stessi, in modo che siano fruibili anche da remoto e dai visitatori di Expo2015 (secondo il
motto: “Ogni cosa che puoi immaginare, la puoi assaporare” – Giovanni Rana). I filmati saranno proposti in modo
ciclico, per rendere la stessa piattaforma utilizzabile da più produttori (anche da quelli più piccoli), al fine di dare a
tutti la possibilità di partecipare all’evento.
Descrizione degli Slow-Spot
Ogni Slow Spot sarà costituito da un megaschermo (costituito da uno o più monitor da progettare in base allo
spazio disponibile), un video-server per l’archiviazione dei filmati (nel caso di utilizzo estensivo si potrebbe adottare
una soluzione condivisa in cloud) ed una postazione WI-FI free (per abilitare la community e la registrazione WEB
dei consumatori).
Ogni piattaforma Slow-Spot potrà ospitare più produttori (da cui l’economicità del progetto), che la potranno
condividere per uno o più mesi, avendo anche la possibilità di essere presenti (oppure delegando hostess) per le
degustazioni dei propri prodotti su uno o più giorni. Ciascuna piattaforma dovrà avere a disposizione una adeguata
alimentazione elettrica e collegamento internet a banda larga. Più piattaforme Slow-Spot potranno appartenere ad
una community condividendo gli eventi della location ospitante, quali tavole rotonde con medici ed esperti
nutrizionisti, piuttosto che eventi musicali e degustazioni tipiche, tramite APP mobili con le quali sarà possibile
condividere anche le promozioni lanciate dai produttori per Expo.

 

 

Privacy Policy